Nel post match contro il Potenza le parole di mister Roberto Taurino, alla prima vittoria sulla panchina della Viterbese.

Mister, eravamo all’inferno al 55′ e poi siamo tornati in purgatorio…

“Nel primo tempo ci siamo complicati la vita. Dispiace perché a mio avviso eravamo partiti bene ma abbiamo subìto un gol stupido e siamo andati in confusione. Dispiace anche prendere il secondo gol su una palla inattiva che avevamo preparato. Ma poi devo fare i complimenti ai ragazzi, nel secondo tempo c’è stata una grande reazione. In questo momento abbiamo un’anima ed è la cosa che conta, poi ovviamente c’è tanto da lavorare. Non va bene prendere gol con tanta facilità ma ho avuto una grande risposta di cuore dai ragazzi”.

Ha cambiato tre volte modulo. Questo vuol dire leggere la partita?

“Avevamo lavorato in settimana su queste eventualità. Si cambia in base alle esigenze e agli uomini che si hanno a disposizione. Nel secondo tempo siamo tornati a quattro dietro portando Baschirotto a destra e Urso a sinistra ma la cosa più importante è che ci abbiamo creduto. Ora l’animo della squadra sta facendo la differenza”.

Come si spiega l’approccio negativo della squadra?

“Secondo me l’approccio era più che buono ma poi abbiamo subìto un gol stupido alla prima occasione. Probabilmente in questo momento non siamo ancora equilibrati all’interno della partita”.

Questa vittoria può dare ai ragazzi la consapevolezza necessaria per allungare la striscia di risultati positivi? 

“Questa vittoria ci fa capire che abbiamo intrapreso la strada giusta e porta grande forza ad una squadra che, quando ci mette l’anima, può dare fastidio a tutti. Però si deve rimanere umili sapendo che ogni domenica bisogna dare tutto ciò che si ha dentro”.

Come sta Tounkara?

“Ha subìto una distorsione, speriamo non sia nulla di grave. Vediamo in settimana la situazione”.

Domenica arriva un Catania fermato oggi dalla Cavese…

“Non conta il nome della squadra che affrontiamo. Saranno tutte battaglie, non ci sono partite facili”.