Viterbo, 28 novembre 2020 – Domani allo stadio “Enrico Rocchi”  la tredicesima giornata del girone C. Alle ore 15 la Viterbese ospiterà il Foggia,  formazione che ha ottenuto quindici punti fino a questo momento. Di seguito le parole di mister Roberto Taurino in conferenza stampa.

Mister, come sta la Viterbese dopo una settimana difficile dove c’è stato anche un aspro confronto con i tifosi?

“Aspro non direi. I tifosi sono venuti a dirci il loro pensiero, ovviamente non sono contenti della situazione come non lo siamo noi. Come sta la squadra ve lo potrò dire domani alle 16:45. Ora non è più il momento di parlare o di esternare sensazioni, bisogna andare in campo e dimostrare quali sono i nostri valori. Lo ho detto la settimana scorsa e lo ribadisco: sotto l’aspetto dell’impegno non si può steccare perché dipende solo dalla nostra volontà. Poi il risultato finale è frutto di tante componenti e innumerevoli variabili ma l’atteggiamento mentale dipende solo da chi va in campo”.

La squadra è consapevole che quella di domenica è una sorta di finale?

“La squadra è consapevole che il percorso si è un po’ complicato ma c’è ancora tanta strada da fare e ci si può rimettere sulla retta via. Parlare di finale non mi piace perché non parliamo di una partita secca. Sicuramente siamo in un momento complicato e faremo di tutto per venirne fuori. Secondo me il ritiro ci ha fatto bene: la soddisfazione è vedere nei ragazzi il giusto spirito nello stare insieme. E poi è servito a me per conoscere meglio tutti i calciatori, anche caratterialmente”.

Come è stato per Taurino arrivare qui in un momento così difficile?

“Quando si subentra è inevitabile che qualcosa non vada per il verso giusto, è una parte del nostro mestiere. Onestamente, come detto prima, i tifosi hanno fatto una analisi lucida. Non ci sono state scenate, hanno detto cose giuste che credo siano condivise anche dai ragazzi. Oggi è giusto che ci sia un malessere da parte dei tifosi ma noi in primis dobbiamo vincere per fare un favore a noi stessi. Ora dobbiamo impegnarci per tornare a rivivere le emozioni di un bambino che fa gol, deve essere un nostro desiderio vivere questo tipo di emozioni”.

Rispetto alla partita contro la Juve Stabia vedremo novità?

“Mancherà sicuramente Bezziccheri visto che è squalificato. Stiamo recuperando pian piano un po’ di gente ma bisogna anche capire che non tutti sono pronti per giocare 90 minuti. Di sicuro Bensaja e Salandria sono tornati in gruppo e possono darci una mano nelle scelte o a partita in corso”.

Senza Bezziccheri cambierà modulo? 

“Abbiamo provato più soluzioni. Sicuramente Bezziccheri è un calciatore con caratteristiche che altri non hanno”.

Ci dobbiamo aspettare un cambio tra i pali?

“Ho sentito sin troppe critiche sul secondo gol subìto sabato. Vero che forse Daga poteva fare qualcosa in più ma c’è stata una deviazione e secondo me si potevano mettere due “pezze” in precedenza. Voi dovete analizzare e lo capisco ma non diamo troppe colpe al ragazzo. Poi anche gli altri si stanno allenando bene, non ho deciso chi giocherà. Di sicuro in questo momento il problema della Viterbese non è il portiere”.

Arriverà un Foggia stanco dopo il turno infrasettimanale. La Viterbese proverà a metterla sul “ritmo”? 

“Non so se faranno turnover ma hanno una rosa abbastanza ampia per ovviare a questo problema. Di sicuro gli mancherà Curcio che è un calciatore diverso dagli altri per qualità. Probabilmente metteranno un calciatore più spinto ad attaccare la profondità”.

Settimana scorsa aveva ipotizzato un Simonelli in posizione più avanzata, lo vedremo in questa nuova veste?

“Simonelli è uno di quei calciatori che stanno rientrando. Questa è la sua prima settimana con la squadra, non possiamo pensare che sia al 100%. Come lui anche altri, tipo Bensaja e Salandria, che vanno dosati. Anche noi avremo tre partite in una settimana”.

Come sta Palermo?

“Ha fatto cure per tutta la settimana. Stasera sarà in ritiro per essere vicino ai compagni, a livello morale può essere utile. Posso escludere che lo avremo nel turno infrasettimanale e, credo, sia anche azzardato pensare di averlo nel prossimo weekend”.

E Besea sarà a disposizione?

“Ha fatto tutta la settimana con i compagni, è a completa disposizione. Sicuramente è un calciatore che può rivelarsi importante”.

Si proseguirà con il ritiro a prescindere dal risultato di domani?

“Ora l’obiettivo è giocare questa partita e provare a vincerla con tutti i nostri sforzi. Oggi anche il Presidente verrà in ritiro per essere vicino alla squadra. Eventualmente questo argomento lo tratteremo con la dirigenza”.

 

Ufficio Stampa
U.S. Viterbese 1908