Nel post match contro la Ternana le parole di mister Roberto Taurino. La Viterbese ha iniziato il girone di ritorno con una sconfitta e ora si proietta al recupero di mercoledì a Catanzaro.

Mister, è arrivata una sconfitta ma può essere contento?

“No, non si può mai essere contenti dopo una sconfitta. Non posso rimproverare nulla ai ragazzi, ci hanno messo l’anima. Ero consapevole che la partita sarebbe stata questa contro una Ternana che, oltre ad avere qualità, ha voglia di lottare. C’è rammarico perché nel primo tempo ci è mancato qualcosina per andare a fare male e c’è stato un piccolo errore in occasione del loro gol. Nella ripresa abbiamo avuto una grande reazione, da squadra vera. Ci è mancata un po’ di qualità nell’ultimo passaggio e per quello che abbiamo fatto forse avremmo meritato il pari. Non siamo felici ma consapevoli che i ragazzi hanno fatto bene”.

Quanto è mancato Palermo a centrocampo?

“L’ultimo Palermo è un calciatore importante anche se chi ha giocato non ha fatto male. Simone sicuramente ci porta ad avere più “passo” e ha capacità per ribaltare l’azione. Il ragazzo era dispiaciuto e mi ha fatto piacere vedere la sua delusione. Ha fatto veramente di tutto per esserci ma non abbiamo voluto rischiare, la salute viene prima di tutto”

Ha pensato di passare al 4-4-2 nel finale con Rossi vicino a Tounkara?

“Si ma in quel momento stavamo trovando buone soluzioni. Con Simonelli e Murilo abbiamo provato a prenderli sulla velocità. Ci è mancata la “stoccata” in qualche occasione. Nel secondo tempo non ricordo occasioni ospiti, meritavamo il pareggio. Quando giochi contro squadre forti è così, basta una disattenzione per perdere la partita”.

La squadra si è resa conto tardi che poteva far male all’avversario?

“Nel primo tempo forse li abbiamo “rispettati” un pochino troppo. Ci vuole un sano rispetto per la capolista ma anche quel pizzico di follia. Poi nel secondo siamo stati più convinti e li abbiamo fatti correre”.

Ufficio Stampa
U.S. Viterbese 1908