Nel post match contro il Teramo le parole di mister Roberto Taurino. La Viterbese ha guadagnato la prima vittoria casalinga della stagione chiudendo il girone di andata a quota 18 punti, in attesa di completare la sfida contro il Catanzaro.

“Finalmente, mancava da troppo questa vittoria. Devo fare un plauso ai ragazzi, hanno fatto una partita di grande cuore. Abbiamo saputo soffrire con la consapevolezza che affrontavamo una squadra forte, ostica. Questo è un bel segnale, finalmente abbiamo anche lasciato la porta inviolata. Sono segnali incoraggianti che ci devono spronare a fare ancora meglio. L’unica cosa che ci è mancata è il colpo del k.o. ma va bene così, era fondamentale portare dentro i tre punti per risalire la classifica”.

Daga è stato strepitoso, è d’accordo?

“Si, Riccardo ha fatto un intervento nel finale davvero importante. Anche sulla punizione di Bombagi è stato bravo”.

Aveva messo in preventivo la mossa di scambiare gli esterni offensivi?

“Loro possono giocare da ambo i lati. Poi questi sono i dettagli ma la differenza sta nell’atteggiamento di tutti. Potevamo anche raddoppiare ma è vero anche che abbiamo concesso poco ad una squadra forte con calciatori di qualità. Abbiamo sofferto poco, solo negli ultimi dieci minuti c’è stata la loro pressione. Poi è ovvio che ci sono tantissime cose che si possono e si devono migliorare.  Però partendo dal fatto che la squadra deve essere tale in tutti i momenti della partita”.

A che punto è il processo di crescita della Viterbese?

“Sicuramente stiamo migliorando, poi è ovvio che alcune giocate si possono fare meglio. Alcune volte ad esempio siamo mancati nella rifinitura. In questo momento siamo consapevoli di non essere una squadra perfetta, ammesso che ce ne siano. La perfezione nel calcio è difficilmente raggiungibile ma bisogna tendere ad essa, bisogna migliorarsi giorno per giorno”.

Quanto crede nell’impresa di poter battere la Ternana?

“Io credo che non ci siano squadre imbattibili. Nel calcio non ci sono risultati scontati. Bisogna riconoscere che la Ternana sta facendo cose straordinarie e sembra inarrestabile. Ma noi da martedì dovremo preparare al meglio la gara per metterli in difficoltà e limitare i loro calciatori, alcuni di altra categoria”.

Come giudica la prova di Simonelli?

“Si è sacrificato tanto. Sul finale ci ha permesso di fare alcune uscite a conferma che sta anche bene fisicamente. Sono contento di lui e di tutti”.

Ufficio Stampa
U.S. Viterbese 1908