Nel post match contro il Palermo le parole di mister Roberto Taurino.

Mister, prima del match avremmo firmato per il pareggio ma questo 3-3 lascia amaro in bocca?

“Inevitabilmente c’è un po’ di amaro in bocca per come si era messa la partita. I ragazzi avrebbero meritato questa impresa. Ma va bene così, ci prendiamo un buon punto. La cosa più importante è che abbiamo ritrovato un’anima, da qui bisogna ripartire. Da questo punto di partenza potremmo costruire i nostri risultati. Oggi ho visto una squadra con cuore e voglia di lottare, aspetti che non dovranno mancare mai. Poi troveremo avversari più bravi di noi ma questa voglia e questa determinazione devono esserci sempre”.

Il cambio modulo è stato assorbito bene dalla squadra? 

“Direi di si. Sapevamo che loro avrebbero lavorato molto con i terzini in sovrapposizione e volevo evitare il due contro uno. I ragazzi hanno fatto bene: abbiamo adattato qualche calciatore ma proprio per questo devo dire che la squadra ha dimostrato grande cuore. Ad esempio Baschirotto ha fatto il terzino, è un centrale ma in questo momento in quel ruolo non abbiamo tante alternative. Oggi serviva la sua fisicità e devo dire che ha disputato una grossa partita. Ma tutti hanno fatto bene, peccato che siamo mancati in qualche dettaglio. Ma ci lavoriamo, anche il terzo gol viene da una situazione che poteva essere letta meglio. Nella marcatura dobbiamo migliorare qualcosa ma, ad onor del vero, il Palermo ha inserito calciatori strutturati e non era semplice. Prendiamo questo gran punto con tutti i ragazzi che hanno dato l’anima, almeno oggi abbiamo reso un minimo di orgoglio alla città e ai tifosi”.

Simonelli e Urso quanto hanno inciso?

“Senza di loro non abbiamo molte alternative sugli esterni. Ora il problema è che quando dobbiamo sostituirli, bisogna inserire ragazzi con caratteristiche diverse. Rossi? Purtroppo è stato male per due giorni, abbiamo preferito evitare. Lui ha dato disponibilità ma meglio tenerlo fresco per la prossima battaglia. Ora bisogna dare continuità a questa prestazione”.