Viterbo, 9 gennaio 2021 – Domani allo stadio “Ceravolo” di Catanzaro i gialloblù saranno in campo per la giornata numero diciotto del girone C. Alle ore 15 la Viterbese sarà ospite del Catanzaro,  formazione che ha raccolto ventisette punti in sedici partite. Di seguito le parole di mister Roberto Taurino nel corso della conferenza stampa della vigilia.

Mister, solitamente c’è sempre qualche incognita dopo una sosta, come arriva la squadra a questa partita?

“Si, può esserci un’incognita perché durante le festività si stacca un po’ la spina anche se, a dir la verità, siamo stati fermi solo una settimana. La squadra ha lavorato durante questo periodo, spero di ritrovare tutti con un gran piglio. Abbiamo la consapevolezza che da qui alla fine ci aspettano tutte battaglie dove dovremo tirare fuori il meglio di noi”.

Domani affronterà un allenatore con cui ha lavorato a stretto contatto e che conosce bene i giocatori gialloblù. Può essere questo un handicap tecnico/tattico?

“Innanzitutto andremo a giocare una partita contro una squadra forte, costruita per disputare un campionato di vertice con calciatori importanti. Questo è quello che mi preoccupa al di là delle conoscenze di Antonio che non è un collega, è un amico. Come ho detto al suo secondo, altro grande amico, domani per 100 minuti saremo avversari, nemici non lo potremo essere mai per tutto ciò che abbiamo condiviso nella vita. Sia io e il mio staff sia loro, faremo il massimo per provare a vincere la partita. So solo che affronteremo una squadra forte e ben allenata. Ho una convinzione: servirà una grande partita per fare punti, una gara “normale” non ci basterà”.

Ha previsto novità nell’undici iniziale? Vedremo in campo Murilo?

“Murilo ha fatto il primo allenamento con la squadra e sta abbastanza bene. Mi ha detto che si è allenato, vedremo se buttarlo dentro ed eventualmente con quale minutaggio. Sicuramente è un ragazzo che da qui alla fine ci potrà dare una grossa mano. Per quanto riguarda la formazione ho ancora un po’ di tempo per pensare”.

Può incidere la sosta del campionato?

“Secondo me se la squadra è centrata sull’obiettivo, non è una domenica di riposo a stravolgere equilibri mentali e fisici. Per me non cambierà nulla”.

Ufficio Stampa
U.S. Viterbese 1908