Nel post match contro il Catanzaro le parole di mister Roberto Taurino. La sfida contro i calabresi, sospesa per nebbia lo scorso 10 gennaio, è terminata con un pareggio senza gol che proietta la Viterbese a quota 19 punti nella graduatoria del girone C.

Mister, per essere solo 38 minuti avete messo molte volte i loro attaccanti in fuorigioco, la linea difensiva ha acquisito sicurezza alzando il baricentro?

“Si, ci stiamo lavorando. Per aggredire più alti, la linea difensiva deve avere coraggio. Devo dire che sono orgoglioso dei ragazzi, hanno dato seguito alle prestazioni fatte negli ultimi tempi. Sono stati 40 minuti intensi dove abbiamo giocato con ardore per provare a vincere e non per portare via il punto. Abbiamo sofferto sulle palle inattive ma sapevamo che il Catanzaro è una squadra strutturata con questa qualità. Devo dire, però, che abbiamo fatto bene nel palleggio creando diversi presupposti per far male. Sono contento della prestazione dei ragazzi”.

Nel complesso è un punto guadagnato o due punti persi?

“Noi abbiamo fatto 40 minuti ad alta intensità, è stata una partita dove si poteva subire gol ma abbiamo creato anche diversi presupposti per offendere. Penso all’ultima occasione di Baschirotto ma anche a Salandria che, anziché calciare, avrebbe potuto servire Palermo. La squadra ha prodotto ma alla fine vale il risultato del campo, ci prendiamo un buon punto su un campo difficile come Catanzaro”.

Impressione sulla gara di Murilo?

“Siamo molto contenti di quello che sta facendo e di come si è posto all’interno del gruppo. Ci sta dando una grossa mano. Sul ragazzo non bisogna creare grandissime aspettative, sta facendo bene e arriveranno anche i gol. Innanzitutto, però, deve passare dalle buone prestazioni, il gol sarà una conseguenza”.

Ufficio Stampa
U.S. Viterbese 1908