Viterbo, 10 ottobre 2020 – Domani allo stadio “Enrico Rocchi” di Viterbo la seconda gara casalinga della nuova stagione sportiva. Alle ore 15 la Viterbese ospiterà il Bari nel quarto turno del girone C. Per mister Agenore Maurizi conferenza stampa della vigilia svolta nel rispetto dei protocolli sanitari dettati dall’emergenza Covid-19.

Mister Maurizi, Salandria sembra l’uomo perfetto per la pressione che lei chiede a centrocampo. Per questo motivo Palermo, quando sarà disponibile, potrebbe agire da play davanti la difesa? 

“Al momento abbiamo un’esigenza diversa, ovvero affrontare la partita contro il Bari. Queste sono considerazioni giuste che potremo vedere quando tornerà Palermo. Ora ci dobbiamo affidare all’oggettività delle cose: abbiamo disputato due ottime partite contro due grosse squadre, Ternana e Avellino; poi un buon primo tempo contro la Turris “steccando” la ripresa. Sicuramente abbiamo affrontato delle emergenze e tanti episodi non sono girati dalla nostra parte ma non dobbiamo crearci nessun tipo di alibi. Domani dobbiamo affrontare il Bari con un piglio importante perché siamo una squadra che deve avere la volontà chiara di affrontare tutte le partite con determinazione”.

Squalifica di Tounkara a parte, si è dato una spiegazione alla difficoltà realizzativa (un solo gol realizzato) ? 

“Non c’è mai una spiegazione unica ad una domanda tecnico-tattica. Teniamo anche presente che la nostra coppia di attacco, Tounkara-Rossi, ha praticamente giocato solo una partita insieme, quella di mercoledì contro la Turris. Una gara mi sembra poco per dire che una squadra non segna. Sarà, comunque, compito mio  fare in modo che la squadra realizzi molti gol”.

Besea può essere della partita domani?

“Non gioca da tantissimo tempo, è arrivato da soli due giorni. Non dobbiamo dare troppa pressione ad un ragazzo che è fuori condizione. Sicuramente gode della mia massima stima, è importante averlo nel gruppo ma ora cerchiamo di portarlo ad una condizione accettabile per farlo giocare”.

Ufficio Stampa
U.S. Viterbese 1908