Viterbo, 30 gennaio 2021 – Domani allo stadio “Partenio Lombardi” di Avellino i gialloblù saranno in campo per la giornata numero ventuno del girone C. Alle ore 15 la Viterbese sarà ospite dell’Avellino,  formazione che ha raccolto trentaquattro punti in diciannove partite. Di seguito le parole di mister Roberto Taurino nel corso della conferenza stampa della vigilia.

Mister, continua il tour de force. Ad Avellino sarà più difficile rispetto a Catanzaro?

“Una partita diversa contro una squadra altrettanto forte. L’Avellino è costruito per fare un campionato importante con un allenatore che è una garanzia per la categoria. Dovremo dare il massimo per provare a fare un risultato positivo, sappiamo che non sarà semplice ma la squadra sta acquisendo la giusta mentalità per andare a giocarsela su tutti i campi. Ovviamente contro squadre così importanti bisogna sbagliare poco ma anche avere il coraggio di andare ad attaccare. Noi abbiamo tutte le carte per fare una grossa prestazione”.

Sotto il profilo atletico la Viterbese sta andando bene, è d’accordo?

“I ragazzi lavorano bene, la domenica è lo specchio del lavoro settimanale. In questo momento la squadra sta riuscendo a portare avanti un certo tipo di discorso sia in fase di possesso palla sia in fase di non possesso. Secondo me possiamo fare altri passi avanti: in fase di palleggio si può ancora osare e bisogna essere più cattivi negli ultimi 30 metri. Abbiamo le qualità per farlo e ci lavoreremo”.

Simonelli e Murilo sono due “destri”: chi è più adatto per andare sul fondo e crossare e chi è più da “rientro e tiro a giro”? 

“In questo momento entrambi si predispongono per fare bene entrambe le cose. Poi abbiamo anche Bezziccheri che è un calciatore un po’ diverso per caratteristiche. La posizione in campo è determinata da diverse situazioni ma sono molto contento del rendimento dei ragazzi”.

Cosa bisogna temere dell’Avellino?

“L’Avellino è una squadra costruita per fare un torneo di vertice ed ha un allenatore che è una garanzia per farlo avendo vinto diversi campionati. E poi è una rosa completa in tutti i reparti con calciatori di grande esperienza, hanno 4 attaccanti molto forti. Per fare risultato dovremo essere molto solidi nella fase di non possesso e molto lucidi in fase di possesso”.

Serve un difensore più rapido di quelli che già ci sono in rosa?

“Al momento la coppia centrale si sta comportando bene. E non dimentichiamo che c’è anche l’opzione di portare Baschirotto in mezzo. C’è anche Ricci, un elemento molto valido su cui stiamo lavorando. Normale che dopo l’uscita di Ferrani sia rimasto un piccolo buco ma possiamo pensare di coprirlo solo se si trova un calciatore funzionale. Prendere un giocatore solo per riempire non ha senso. Anche mercoledì la linea difensiva si è comportata bene, siamo saliti lasciando spesso in fuorigioco gli attaccanti avversari. Non era facile guadagnare campo perché loro hanno improntato la partita con lanci lunghi sugli attaccanti per poi accorciare velocemente e con aggressività. Ma come ho già detto, ho fatto i complimenti ai ragazzi perché non siamo venuti meno a livello di intensità. Questi 40 minuti mi hanno fatto capire tante cose, dobbiamo migliorare sulle palle inattive e ci stiamo lavorando. Poi se andiamo a vedere bene, il Catanzaro ha alzato un polverone ma si sono resi pericolosi solo su due palle inattive: una punizione da 40 metri impattata da Rossi e su un calcio d’angolo. Tra l’altro, visto che tutti vogliono essere precisi, se rigore doveva essere, allora diciamo anche che prima c’era un spintone di Fazio su Baschirotto. Detto ciò, volendo essere ancora più puntigliosi, al 76′ Corapi, già ammonito, commette un fallo con piede a martello su Salandria e l’arbitro non sanziona. Visto che tutti fanno i belli e buttano fumo per giustificare le proprie prestazioni o quelle della squadra, io dico che bisogna essere onesti e la Viterbese a Catanzaro non meritava di perdere. Poi nel calcio ci sono gli episodi ma quelli di cui si parla da una settimana come se fossero stati derubati non sono come dicono loro. Hanno voluto giocare prima della loro pausa, ci mancava che portassero l’arbitro da casa. La prossima volta magari chiedono alla Lega di portarlo così decidono tutto loro. Ora facciamola finita perché mi sembra una polemica inutile da parte di una società seria. Detto questo mettiamo il punto e pensiamo alla partita con l’Avellino”.

Parliamo del futuro: aspetta altri innesti nelle ultime ore di mercato?

“Se si individua qualcuno per migliorare la rosa, si farà qualcosina altrimenti rimaniamo così. Il gruppo è compatto e c’è una bella aria nello spogliatoio, abbiamo grande fiducia nei ragazzi”.

Ufficio Stampa
U.S. Viterbese 1908